Dentista Genova Sbiancamenti ed Estetica - STUDIO DENTISTA GENOVA PICCARDO IMPLANTOLOGIA ORTODONZIA GENOVA

CERCA
Vai ai contenuti

Menu principale:

Dentista Genova Sbiancamenti ed Estetica

150,00 €

Sbiancamento denti foto e con mascherine , studio dentistico Genova


Un sorriso bello e sano è il nostro primo biglietto da visita, ecco perché attualmente la necessità di un sorriso “bello e bianco” è molto importante nella nostra società e sta prendendo sempre più campo la richiesta di questo trattamento estetico.
Ogni dente ha un proprio colore fisiologico, composto da un numero diverso di colori che danno gradazioni diverse all’elemento, dal margine gengivale al bordo.
Nella maggior parte delle persone i denti canini sono più scuri degli incisivi centrali e laterali e, in genere, i più giovani hanno denti più chiari, in quanto, con l’avanzare dell’età, i denti diventano più scuri.
Diversamente da ciò che si pensa, non è lo smalto a determinare il colore del dente in quanto esso è traslucido, quindi il colore che emerge è quello della dentina sottostante. Con l'invecchiamento e la continua apposizione di dentina terziaria, i denti tenderanno a risultare progressivamente ingialliti e spenti.
Inoltre altre sostanze come alimenti (caffè, thè, vino), fumo e farmaci possono determinare, con il passare del tempo, un cambiamento del colore naturale del dente.
Questi fattori vengono classificati come discromia, cioè un'alterazione del colore fisiologico del dente, che può presentarsi su tutto il dente o in modo non omogeneo.
Le discromie sono state classificate in base alla loro localizzazione in estrinseche, intrinseche e internalizzate; in base all’eziologia in esogene, che hanno cause esterne al dente, ( sono le più frequenti da trattare e possono essere a loro volta estrinseche o intrinseche) ed endogene causate da fattori interni al dente ( sono sempre intrinseche e implicano alterazioni di colore della dentina che si riflettono sullo smalto). Possono ulteriormente suddividersi in pre-eruttive e post-eruttive e si originano rispettivamente durante la formazione del dente e a dente già formato.
Le discromie intrinseche si verificano in seguito a cambiamenti della struttura o dello spessore dei tessuti duri dei denti . Alcune malattie metaboliche e fattori sistemici possono andare ad influenzare lo sviluppo della dentizione e causare di conseguenza discromie:
Displasia dentinale
Dentinogenesi imperfetta
Amelogenesi imperfetta
Riassorbimento radicolare
Fluorosi
Pigmentazioni


Le discromine estrinseche sono quelle che colpiscono la superficie esterna del dente e le cause possono essere divise in due categorie: composti che si trovano nella pellicola acquisita e producono un pigmento come risultato del loro colore di base (fumo, alimenti,bevande) e quelli che inducono una pigmentazione a seguito di interazioni chimiche con la superficie del dente (clorexidina).

La discromia internalizzata consiste nell’incorporazione della macchia estrinseca all’interno della sostanza del dente seguendo lo sviluppo dentale. Si verifica in presenza di difetti dello smalto e nella superficie porosa della dentina esposta.

Prima di effettuare la seduta di sbiancamento è importante sottoporsi ad una seduta di igiene orale in modo da rimuovere i possibili residui di tartaro presenti ed eliminare l'infiammazione, inoltre se sono presenti patologie cariose o parodontali, è necessario procedere alle terapie necessarie prima di effettuare il trattamento.
È opportuno ricordare che il gel sbiancante non ha effetto su manufatti protesici e restauri diretti e indiretti, quindi se saranno presenta restauri diretti o indiretti nei settori frontali, si dovrà procedere al loro rifacimento dopo il trattamento sbiancante.


Diversi sono i metodi con cui si può affettiate uno sbiancamento:

Sbiancamento professionale esterno per denti vitali viene effettuato in studio sotto la supervisione del professionista che utilizza un gel a base di perossido di idrogeno ad una concentrazione pari al 35-38%, viene poi attivato da una fonte catalizzatrice come la lampada a led.
I risultati sono ottenibili rapidamente, l'unico svantaggio di questo tipo di trattamento è l'insorgenza di una temporanea sensibilità.

Sbiancamento professionale interno per denti non vitali:
Gli elementi dentali non vitali e che hanno subito delle terapie canalari con il passare del tempo tendono a inscurirsi e ad assumere una colorazione marrone, in questo caso si effettua uno sbiancamento interno: si apre la cavità palatale o linguale del dente devitalizzato, si inserisce il gel sbiancante e si effettua un' otturazione provvisoria. Questo trattamento viene ripetuto fino al raggiungimento delle risultato desiderato.

Sbiancamento domiciliare esterno per denti vitali:
Questo tipo di trattamento ha tempistiche più lunghe, circa 10-15 giorni e prevede un'applicazione quotidiana di circa 2-4 ore. Vengono fornite al paziente delle mascherine individuali e delle siringhe con all'interno del gel a base di perossido di idrogeno o carbamide in percentuale pari all'8-15%.


Lo sbiancamento crea danni alle strutture dentali?
Spesso molti pazienti temono di arrecare dei danni ai propri denti effettuando un trattamento sbiancante, in realtà studi scientifici dimostrano che, se effettuato con materiali giusti e tempistiche corrette, lo sbiancamento non causa alcun tipo di alterazione a livello della struttura dentale, l'unica problematica che può insorgere è una temporanea sensibilità.




Il metodo con sostanze decoloranti è basato sull’utilizzo di prodotti con azione ossidante, i perossidi.
I perossidi penetrano nello smalto del dente eliminando le macchie intrinseche (cioè all’interno del dente) in modo delicato e senza effetti collaterali.  
L’agente sbiancante più utilizzato è il perossido di carbamide che in acqua si scinde in perossido d’idrogeno e urea.
Il perossido d’idrogeno, sostanza comunemente contenuta nell’acqua ossigenata, è il vero e proprio agente decolorante perché liberando ossigeno attivo, è capace di penetrare tra i prismi dello smalto fino alla dentina, ossida le sostanze colorate qui presenti e scompone le complesse molecole di pigmento in molecole più semplici incolori.

Gli svantaggi di questo metodo sono:

  • possibile sensibilità dentale variabile da persona a persona e da prodotto a prodotto, sempre reversibile entro 2-3 giorni dalla fine del trattamento e comunque controllabile dal medico dentista anche durante il corso del trattamento


  • sensibilità dentale elevata se sono presenti molte otturazioni sui denti a contatto col prodotto sbiancante.


  • possibile irritazione della mucosa gengivale, se il prodotto sbiancante è usato impropriamente e messo direttamente a contatto con la mucosa, anch’essa risolvibile completamente con la sospensione del trattamento.


Per questo devono essere usati sotto la supervisione di un professionista che, dopo la visita, consiglia il metodo e la concentrazione di agente sbiancante più adeguata al singolo caso, in modo da evitare spiacevoli effetti collaterali.


SE TI PIACE QUESTA PAGINA CONDIVIDILA QUI







Dott. Uberto Piccardo Titolare di Dentista Genova Via Maragliano 5 Genova, IT 16121,Tel. 0105959492



Alta professionalità, informazioni sempre oggiornate, prestazioni odontoiatrice nelle più innovative tecnologie, prezzi implantologia - protesi contenuti, consulenza on-line , preventivi implantologia protesi gratuiti. Siamo infatti presenti sul web scrivendo parole ricerca generiche per tutto territorio nazionale come dentisti , dentisti studi , implantologia , studio dentistico , odontoiatra dentistico , protesi , ortodonzia dentistico , o territorialmente specifiche come dentisti a Genova, dentisti implantologia , studio dentisti genova , protesi dentisti genova , studio dentistico dentisti , implantologia dentale genova , dentisti liguria , dentisti genova

 
Privacy Policy
Torna ai contenuti | Torna al menu